Connect with us

La Penna degli Altri

Il 30 dicembre 1979 esordiva in maglia granata Claudio Sclosa

Published

on

TORINOGRANATA.IT (Giuseppe Livraghi) – Il penultimo giorno dell’anno 1979 esordiva in maglia granata Claudio Sclosa. Nato a Latisana il 28 febbraio 1961, il centrocampista (passato alle giovanili toriniste nel 1975, dopo un quadriennio coi friulani della Lignanese), debutta in occasione del Lazio-Torino 2-1 valido per quattordicesima giornata della stagione 1979-’80, annata che vede il Toro piazzarsi al quarto posto in graduatoria (quindi qualificato alla Coppa UEFA) e conquistare la finale di Coppa Italia, mentre la Lazio è retrocessa a tavolino in Serie B (in compagnia del Milan) a causa del noto “Totonero”. Alla buona stagione d’esordio (con 9 presenze in campionato e 2 in Coppa Italia), se ne sommano altre due: nel 1980-’81 colleziona 23 presenze in campionato, 9 (con 2 reti realizzate) in Coppa Italia, 6 (e una rete) in Coppa UEFA e 2 nel Torneo di Capodanno 1981, mentre nel 1981-’82 il suo ruolino di marcia consiste in 15 “gettoni” di presenza in campionato e 7 in Coppa Italia. Dopo un biennio trascorso in Serie B (al Bologna nel 1982-’83 e al Como nel 1983-’84), rieccolo al Toro, nella straordinaria stagione 1984-’85, nella quale i granata sfiorano lo scudetto (poi finito al sorprendente Hellas Verona): in quell’annata, Sclosa dà il suo importante contributo, consistente in 25 presenze (ed una rete) in campionato e 7 in Coppa Italia. Chiude la sua esperienza in Piemonte nell’estate 1985, con un totale di 105 presenze (72 in campionato, 25 in Coppa Italia, 6 in Coppa UEFA e 2 nel Torneo di Capodanno) e 4 realizzazioni (una in campionato, 2 in Coppa Italia ed una in Coppa UEFA). Trascorsa la stagione 1985-’86 fra le fila del Bari (neopromosso in massima Serie), passa al Pisa del carismatico “presidentissimo” Romeo Anconetani, restandoci un biennio: dopo la promozione in Serie A conseguita nel 1986-’87 (realizzando, tra l’altro, il calcio di rigore che sblocca la situazione nel Cremonese-Pisa 1-2 che vale il salto nella massima divisione), nel 1987-’88 consegue sia la salvezza sia la Mitropa Cup (realizzando la rete del raddoppio nel 3-0 della vittoriosa finale con gli ungheresi del Vaci Izzo). Nella stagione 1988-’89 approda alla Lazio, appena risalita in Serie A, restandoci per sei anni, per poi passare alla Cremonese (sempre in A), con la quale disputa la stagione 1994-’95. Chiude la carriera nell’estate 1996, dopo una stagione in forza agli arancioni della Pistoiese (Serie B).

Vai all’articolo originale

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

più letti

Copyright © 2019 | GliEroidelCalcio.com testata giornalistica registrata Tribunale di Roma - N° 90/2019 del 20-06-2019
Direttore Responsabile Federico Baranello | Editore Associazione Culturale Calcio, Cultura e Società | info@glieroidelcalcio.com
Sito aderente al Network Sport Review Srl | Privacy Policy | Cookie Policy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: