Connect with us

La Penna degli Altri

Leggenda Schiavio: l’Inter provò a strapparlo al Bologna, la sua risposta fu una perla di saggezza

Published on

CALCIOMERCATO.COM (Alessandro Bassi) – […] Schiavio nasce nell’ottobre del 1905 da una famiglia della buona borghesia bolognese, il padre è un noto commerciante di tessuti proprietario di una serie di rinomati negozi

[…] Gioca diverse partite con la squadra riserve sino a quando sul finire del novembre 1922 Felsner, l’allenatore austriaco dei rossoblù, decide di provarlo in una squadra mista contro la Fortitudo. Schiavio gioca molto bene, segna la prima rete dell’incontro e Felsner decide di concedergli un’altra occasione, questa volta contro un avversario ben più ostico. La vigilia di Natale del 1922 Schiavio gioca contro gli austriaci del Wiener. Gioca bene, ma non riesce ad incidere come vorrebbe. Il giorno di San Silvestro altra amichevole prestigiosa contro i magiari del Ujpest e Schiavio questa seconda occasione non se la lascia sfuggire: dribbling secco e angolato tiro di destro che va ad insaccarsi alle spalle del portiere ungherese. 1 a 0 per i rossoblù, è nata una stella, i tifosi bolognesi hanno un nuovo idolo.

[…] … domenica 28 gennaio 1923 contro la Juventus Schiavio debutto in campionato, il primo passo di un cammino lunghissimo e luminoso, sedici anni durante i quali Schiavio e il Bologna vincono tutto. Quattro campionati italiani, due Coppe dell’Europa Centrale, il prestigioso Torneo dell’Esposizione Universale del 1937 battendo in finale i “maestri” inglesi del Chelsea per 4-1, e il titolo di capocannoniere nel campionato di serie A del 1931/32.

[…]… l’Inter nella tarda estate del 1934 prova a convincere Schiavio a lasciare il Bologna e manda nientemeno che Meazza come ambasciatore[…] Meazza lo avverte che al pomeriggio sarebbe stato chiamato dal presidente nerazzurro, quest’ultimo cerca di convincere Schiavio che invece è piuttosto dubbioso, tanto che arriva a fare una super offerta. […]

Schiavio, so che al momento tu possiedi a Bologna tre negozi, questo pomeriggio ti prego di misurarne la superficie (si trattava di centinaia di metri quadrati) e di comunicarmela domani mattina quando ti ritelefonerò. Se accetterai di venire a giocare all’Inter, dopodomani ti ritroverai proprietario di un’uguale superficie commerciale in Galleria a Milano. E ciò senza grossi impegni da parte tua; dovrai soltanto restare all’Inter per tutto il tempo che continuerai a giocare”.

Insomma l’offerta interista è davvero allettante, sono tantissimi soldi. Ma non per Schiavio che il giorno dopo declina gentilmente l’offerta rispondendo in questo modo:
“Qui a Bologna lavoro con la mia famiglia e gioco nella mia squadra; i soldi non me li porterò all’altro mondo ed a quelli che verranno dopo di me, se avranno voglia di lavorare, resterà quanto necessario per continuare ed il mio augurio di una buona salute che è quella che conta di più“.

Vai all’articolo originale

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

più letti

Copyright © 2019 | GliEroidelCalcio.com testata giornalistica registrata Tribunale di Roma - N° 90/2019 del 20-06-2019
Direttore Responsabile Federico Baranello | Editore Associazione Culturale Calcio, Cultura e Società | info@glieroidelcalcio.com
Sito aderente al Network OK!News24.it - Sindimedia Srl P.I 06259740485 | Privacy Policy | Cookie Policy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: