Connect with us

La Penna degli Altri

L’Europeo ’60, il primo della storia

Published on

(STORIEDICALCIO.ALTERVISTA.ORG – Foto 4VECTOR)

Storie di Calcio racconta l’Europeo del 1960, il primo di sempre. Ecco un estratto.

[…] La sesta ed ultima edizione della Coppa Internazionale (1955-1960) è ancora in corso quando l’UEFA propone una manifestazione continentale alla quale possano partecipare tutte le Nazionali. A volere la rassegna è soprattutto Henry Delaunay, Segretario della Federcalcio francese e primo Segretario generale della quasi neonata UEFA.

[…] Nel ’55, Henry Delaunay muore ma a portare avanti la sua idea ci pensa il figlio Pierre che forma una Commissione di studio assieme a Sebes (Ungheria), Frey (Austria), Constantras (Grecia) e Pujol (Spagna). Il 27 febbraio 1957, a Colonia, i cinque presentano all’UEFA il primo progetto della competizione

[…] Delle 33 federazioni facenti capo all’UEFA, solo 17, ossia il minimo necessario, rispondono affermativamente. […] Per la prima partita ufficiale del torneo, svoltasi a Mosca tra URSS e Ungheria, lo stadio Lenin presenta la folla delle grandi occasioni: oltre centomila spettatori affollano gli spalti e salutano la vittoria dell’undici di casa guidato da Kachalin, che propone in Lev Jascin e Igor Netto due dei giocatori più famosi nella storia del calcio sovietico.

[…] L’URSS, quindi, si trova in semifinale senza colpo ferire insieme a Jugoslavia Cecoslovacchia e Francia. Secondo regolamento, a questo punto una delle quattro superstiti riceve l’incarico di organizzare la fase finale della manifestazione e la scelta dell’UEFA cade sulla Francia. […] Il sorteggio delle semifinali accoppia Francia e Jugoslavia da una parte, URSS e Cecoslovacchia dall’altra.

[…] Il kappaò subito dalla Francia al Parco dei Principi è accolto con grande dolore da tutti i francesi, che disertano la «finalina». Arbitro l’italiano Jonni […] Francia e Cecoslovacchia scendono in campo il 9 luglio del ’60.

[…] La partenza è per gli jugoslavi che però, quando è il momento di concretizzare, si trovano di fronte «Ragno» Jascin che para tutto il parabile e qualcos’altro ancora.

[…] Il primo tempo è comunque tutto di marca jugoslava, ma bisogna attendere il 40′ per vedere Jascin, sino a quel momento assolutamente imbattibile, capitolare ad opera di Jerkovic, peraltro aiutato dal terreno reso viscido dalla pioggia. Sotto di un gol, nella ripresa l’URSScontinua a macinare il suo gioco e al 5′ ottiene il pareggio ad opera di Metreveli che sfrutta abilmente una serie di rimpalli favorevoli. 1-1 al 50′; 1-1 al 90′, 1-1 alla fine del primo tempo supplementare.

Poi, finalmente! 2-1 per i sovietici al 7′ del secondo supplementare quando Ponedelnik, su cross di Meskhi, tocca di testa battendo l’ottimo Vidinic.

 

Vai all’articolo originale

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

più letti

Copyright © 2019 | GliEroidelCalcio.com testata giornalistica registrata Tribunale di Roma - N° 90/2019 del 20-06-2019
Direttore Responsabile Federico Baranello | Editore Associazione Culturale Calcio, Cultura e Società | info@glieroidelcalcio.com
Sito aderente al Network OK!News24.it - Sindimedia Srl P.I 06259740485 | Privacy Policy | Cookie Policy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: