Connect with us

Storie

Manlio Scopigno, il pokerino e quella sigaretta fastidiosa

Published on

GLIEROIDELCALCIO.COM (Mario Cantoresi) –

Era perfettamente inutile: nessuno dei giocatori di quell’incredibile squadra riusciva a resistere più di mezz’ora dentro le stanze che il mister aveva loro assegnato ma, in fondo, questo era davvero il minore dei mali.

Il vero problema consisteva nei vizi che quel gruppo di pazzi irresponsabilmente condividevano e che potevano essere così riassunti:

A) le notti insonni;

B) le carte da gioco;

C) il fumo.

Fu così che anche alla vigilia di quell’incontro che il Cagliari Calcio doveva giocare fuori casa, nella stanza assegnata al Capitano Pierluigi Cera si ritrovarono Enrico Albertosi, Gigi Riva, Angelo Domenghini e altri tre accaniti pokeristi, tutti accaniti fumatori e tutti muniti di una scorta di diverse decine di pacchetti di sigarette… cadauno ovviamente!

Ad un quarto alla mezzanotte dentro quella piccola stanza d’albergo la visibilità era ridotta a poco più di tre metri di distanza mentre i decibel delle voci dei presenti, invece, salivano in maniera inversamente proporzionale alla visibilità stessa.

Fu proprio allora che si udì bussare.

Il centravanti Sergio Gori si alzò, aprì la porta e Manlio Scopigno, il trainer della squadra, fra lo sconcerto generale entrò disinvoltamente nella stanza, si sedette accanto all’improvvisato tavolo da gioco e, con sconcertante naturalezza, accese una sigaretta.

Su ogni cosa e su ogni persona scese un silenzio di tomba.

Scopigno allora alzò lo sguardo, si tolse la sigaretta di bocca, guardò ad uno ad uno i volti di tutti i presenti e disse:

“Oh… scusatemi… non ho chiesto il permesso. Vi dà fastidio se fumo?”

Il giorno seguente il Cagliari vinse la partita 1 a 0 con gol di Riva … era il 31 dicembre del 1969 contro la Roma all’Olimpico per la partita di andata dei Quarti di Finale di Coppa Italia.

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

Laureato in Economia e Commercio all’Università La Sapienza di Roma, è un autore, sceneggiatore e attore teatrale. Mario non ama parlare molto di sé, preferisce spendere le sue parole per i personaggi delle storie che racconta e che porta in scena. Adora due cose in particolare: le scarpe da running e le strade del mondo. Ed è così che trova i suoi incredibili personaggi, o forse, più esattamente, sono loro che vanno a cercare Mario, perché ne percepiscono le affinità elettive. Così facendo egli ruba prezioso spaccati di vita dai suoi viaggi, spaziando dalle Regioni della Mitteleuropa, quella da cui, perdendosi fra le acque dell’amato Danubio, non farebbe mai ritorno, ai tramonti meravigliosi dell’Africa, fino alle grandi distanze della Russia, Nazione che ama e da cui è ricambiato incondizionatamente. Distribuisce poi il “suo bottino” trascrivendo il caleidoscopio di vite, sensazioni ed emozioni, a beneficio dei suoi lettori. Un autore, Mario Cantoresi, capace di toccarti nel profondo e lasciarti qualcosa di unico e prezioso dentro.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

più letti

Copyright © 2019 | GliEroidelCalcio.com testata giornalistica registrata Tribunale di Roma - N° 90/2019 del 20-06-2019
Direttore Responsabile Federico Baranello | Editore Associazione Culturale Calcio, Cultura e Società | info@glieroidelcalcio.com
Sito aderente al Network OK!News24.it - Sindimedia Srl P.I 06259740485 | Privacy Policy | Cookie Policy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: