Connect with us

Storie di Calcio

I 70 anni di Ivano Bordon

Published

on

GLIEROIDELCALCIO.COM (Andrea Gioia)

Ho avuto la fortuna di entrare nel gruppo della Grande Inter e tutti quei fenomeni si sono dimostrati, oltre che grandi giocatori, anche grandi uomini

La voce pacata e il silenzio del campione. Perché l’omaggio ad Ivano Bordon, nel giorno del suo 70esimo compleanno, è qualcosa di sentito e di doveroso.

Ho avuto la fortuna di intervistarlo e di sentire dalla sua voce i racconti di una carriera da vero numero 1, bandiera dell’Inter a cavallo tra la fine dei ’60 e i primi ’80.

In maglia nerazzurra era arrivato in punta di piedi, appena 18enne. Lo spogliatoio della grande squadra di Herrera, i campionissimi che avevano fatto grande il Biscione. E poi quel Lei che profumava di rispetto e di voglia di imparare. Più di un decennio a difendere il tempio di San Siro, più di un decennio per stabilire un record di imbattibilità al tempo nemmeno concepibile.

Unico tra i grandi.

Perché Bordon rappresentava il portiere coraggioso e pieno di talento, quello che non si lasciava intimorire nemmeno dalla foga agonistica tedesca, quello che rispettava le gerarchie in una Nazionale piena di campioni, quello che avrebbe portato la Samp verso il progetto vincente della famiglia Mantovani.

Pulici e Graziani le sue “bestie nere”, Johann Cruijff il più forte mai incontrato, Anzolin e Vieri i punti di riferimento.

Auguri Ivano.

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

Classe '83, viaggiatore instancabile ed amante del calcio e dello sport tutto. Una Laurea in Comunicazione, una tesi sul linguaggio giornalistico sportivo degli anni '80 ed una passione per il collezionismo, soprattutto quello inerente la nazionale italiana. Alla sua attività turistica, associa collaborazioni con giornali del mondo travel. Testata preferita: GLIEROIDELCALCIO.COM"

più letti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: