Connect with us

La Penna degli Altri

30 Aprile 1982: arriva il secondo straniero in Serie A

Published

on

Il secondo straniero, un traguardo raggiunto nel lontano calciomercato del 1982. Riprendiamo l’articolo di Sky Sport che mette in evidenza i campioni più importanti che arrivarono grazie a quel cambiamento. Ecco un estratto.

[…] ZIBÌ BONIEK e MICHEL PLATINI (Juventus) – “Le Roi” non arrivò da solo. Il 1982 fu anche l’anno del primo polacco nella storia del campionato italiano. Classe sopraffina e genio in campo il francese, partner perfetto Zibì. Finale di Coppa Campioni al primo anno (persa con l’Amburgo), poi cinque trofei tra cui uno scudetto e la coppa del 1985. 

[…] DANIEL PASSARELLA (Fiorentina) – Campione del mondo con l’Argentina nel 1978, come lo sarà anche nel 1986. “El Gran Capitan”, leader in campo e fuori. Quattro anni a Firenze ad alta classifica, e con diverse gite nell’Europa del pallone. Andrà all’Inter nel 1986. 

[…] HERBERT PROHASKA (Roma) – Arriva in Italia all’Inter nel 1980 alla riapertura delle frontiere. Dopo il Mondiale del 1982 passa alla Roma di Dino Viola e con Liedholm in panchina. Sarà l’unico anno in giallorosso (e l’ultimo in Italia), ma sarà soprattutto scudetto. Solo un anno dopo ecco Toninho Cerezo, resta anche Falcao. E a partire (col limite di due stranieri) sarà proprio l’austriaco.

[…] JAN PETERS (Genoa) – Una doppietta a Wembley con Cruijff&Co nel 1977. Un campionato con l’AZ con cui sfiora la gloria anche in Europa (finale di Coppa Uefa persa). A Genova ricordano l’olandese ancora con affetto: furono gli infortuni a bloccarne la sua affermazione. Salvezza al primo anno, sarà invece retrocessione al secondo.

[…] WALDEMAR VICTORINO (Cagliari) – Al Nacional vince tutto, dalla Liberatadores a un’Intercontinentale contro il Nottingham di Clough (gol partita in entrambe le finali). Ed è mattatore anche del Mundialito 1980 con l’Uruguay (decidendo anche lì la finale). “El Piscador” sarà però una delusione: zero gol in campionato (in appena dieci partite) nella sua unica annata in Sardegna.

[…] KLAUS BERGGREEN (Pisa) – Una delle foto iconiche per eccellenza: Berggreen con la sua numero 7 del Pisa strappata. Accadde in un match contro la Juve del 1986. Amatissimo ancora oggi, quattro anni per il danese in Italia: una retrocessione, una risalita e una nuova retrocessione. Ma anche una Mitropa in bacheca.

(SKY.SPORT.IT)

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

più letti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: