Connect with us

Storie di Calcio

24 maggio 1972 – La Libertadores va all’Indipendiente di Avellaneda

Published

on

GLIEROIDELCALCIO.COM (Massimo Prati) – Dopo la doppia conquista del titolo, in due edizioni di seguito, quelle del 1964 e del 1965, l’Indipendiente porta a casa per la terza volta il trofeo continentale nel 1972.

Per l’Indipendiente, l’anno è sicuramente fortunato, tanto più se si considera che la vittoria nel campionato argentino era arrivata all’ultima di campionato, in virtù di una sconfitta imprevista della diretta concorrente alla conquista del titolo.

Nella prima fase del torneo di Coppa Libertadores, tra il 16 febbraio e il 23 marzo del 1972, la squadra argentina, arriva prima nel suo girone, eliminando i compatrioti  del Rosario  Central  e  due  squadre della Colombia: l’Indipendiente Santa Fe di Bogotá e l’Atlético Nacional di Medellin. Nella seconda fase, cioè il girone di semifinale, gli argentini escono vittoriosi ai danni dei Brasiliani del San Paolo e degli ecuadoriani del Barcelona di Guayaquil.

La finale, in due match di andata e ritorno (giocati il 17 e il 24 maggio del ’72) è tra l’Indipendiente e i peruviani dell’Universitario di Lima. Questi ultimi erano finalisti in virtù dell’eliminazione, nel primo girone, dei concittadini dell’Alianza di Lima e di due squadre cilene: la Unión di San Felipe e la Universidad de Chile. Nel  turno  successivo,  il  girone  di semifinale,  i peruviani si erano imposti sulle due squadre uruguayane di Montevideo: Peñarol e Nacional.

Nel match di andata della finale, giocato a Lima, si registra un pareggio a reti inviolate. Al ritorno, la vittoria è degli argentini, per due reti a uno, con doppietta di Eduardo Andres Maglioni. Questo giocatore merita sicuramente una menzione speciale. Aveva iniziato la carriera nel Sarmiento de Resistencia, squadra di una città del nord dell’Argentina, al confine col Paraguay. Nel 1969, era stato acquistato dall’Independiente, club con cui vinse due campionati argentini, due Coppe Libertadores e una Coppa Intercontinentale. In questa squadra, Maglioni conta più di 150 presenze e 60 gol. Di lui è leggendaria una tripletta, realizzata il 18  marzo  del 1973: tre gol in un minuto e cinquanta secondi, reti segnate contro il Gimnasia y Esgrima de La Plata.

Comunque, per tornare alla “Copa”, la conquista del trofeo, in quella edizione, per l’Indipendiente segnerà l’inizio di una serie di ben quattro vittorie di seguito della Libertadores,  dal  1972  al  1975. Si tratta di un record di vittorie di fila mai più eguagliato.

TABELLINO FINALE D’ANDATA

17 maggio 1972. Estadio Nacional, Lima. Spettatori 45.473

Universitario-Independiente. 0-0

Arbitro: Armando Marques (Brasile)

UNIVERSITARIO: Humberto Ballesteros, Eleazar Soria, Fernando Cuéllar, Héctor Chumpitaz, Julio César Luna, Hernán Castañeda, Carlos Carbonell (46′), Rubén Techera, Héctor Bailetti, Percy Rojas, Oswaldo Ramírez. Allenatore: Roberto Scarone. Sostituzioni:  Ángel Uribe, 46′.

INDEPENDIENTE: Miguel Ángel Santoro, Eduardo Commisso, Francisco Sá, Luis Garisto, Ricardo Pavoni, José Pastoriza, Miguel Ángel Raimondo, Alejandro Semenewicz, Hugo Saggioratto, Dante Mircoli, Agustín Balbuena (73′). Allenatore: Pedro Dellacha. Sostituzioni: Carlos Bulla,73′.

TABELLINO FINALE DI RITORNO
24 maggio 1972

Independiente-Universitario 2-1 (1-0)

Estadio La Doble Visera. 55.000 spettatori
Arbitro:  José Favilli Neto (Brasile)

Marcatori: Eduardo Maglioni 6′ (I), Eduardo Maglioni 61′ (I), Percy Rojas, 79′ (U).

INDEPENDIENTE. Miguel Ángel Santoro, Eduardo Commisso, Francisco Sá, Luis Garisto,
Ricardo Pavoni, José Pastoriza, Miguel Ángel Raimondo, Alejandro Semenewicz, Hugo Saggioratto, Eduardo Maglioni (62′), Agustín Balbuena (64′). Allenatore: Pedro Dellacha. Sostituzioni: Manuel Magán (62′), Dante Mircoli (64′).

UNIVERSITARIO. Humberto Ballesteros, Eleazar Soria, Fernando Cuéllar, Héctor Chumpitaz, Julio César Luna, Hernán Castañeda, Luis Cruzado, Rubén Techera (46′), Juan José Muñante, Percy Rojas, Oswaldo Ramírez (73′). Allenatore: Roberto Scarone. Sostituzioni: Fernando Alva (46′), Héctor Bailetti (73′).

foto https://twitter.com/Libertadores

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

classe 1963, genovese e Genoano, laureato alla Facoltà di Lingue e Letterature Straniere di Genova, con il massimo dei voti. Specializzazione in Scienze dell’Informazione e della Comunicazione Sociale e Interculturale. Vive in Svizzera dal 2004, dove lavora come insegnante. Autore di un racconto, “Nella Tana del Nemico”, inserito nella raccolta dal titolo, “Sotto il Segno del Grifone”, pubblicata nel 2004 dalla casa editrice Fratelli Frilli; di un libro intitolato “I Racconti del Grifo. Quando parlare del Genoa è come parlare di Genova”, edito nel 2017 dalla Nuova Editrice Genovese; di un lavoro sulla storia del calcio intitolato “Gli Svizzeri Pionieri del Football Italiano”, Urbone Publishing, 2019; di una ricerca storica dal titolo “Rivoluzione Inglese. Paradigma della Modernità”, Mimesis Edizioni, 2020 , della seconda edizione de “I Racconti del Grifo. Quando parlare del Genoa è come parlare di Genova”, Urbone Publishing, 2020; coautore del libro di didattica dell'italiano "Imbarco Immediato", Fanalex Publishing, Ginevra 2021 e, infine, del romanzo "Dieci Racconti di una Lucertola del Porto di Genova", Urbone Publishing, 2021. È anche autore di numerosi articoli, di carattere sportivo, storico o culturale, pubblicati su differenti blog, siti, riviste e giornali. Collabora con “Pianetagenoa1893” e “GliEroidelCalcio.com”.

più letti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: