Connect with us

le pillole di antonio capotosto

2 agosto 1996 … l’addio a Obdulio Varela

Published

on

GLIEROIDELCALCIO.COM (Antonio Capotosto) – Le reti di Schiaffino e Ghiggia. L’Uruguay campione del mondo ’50 significa anche il carisma di Obdulio Varela, il capitano di quella Celeste. Quando tutto il Brasile era pronto a festeggiare il primo titolo iridato, colui che ricevette la Rimet disse ai suoi compagni prima della finale (per caricarli): “Quelli là fuori non esistono”. La notte successiva assieme al massaggiatore uruguagio girò per Rio de Janiero andando consolare gli sconfitti. Nella storia del calcio sudamericano Varela – scomparso il 2 agosto di venticinque anni fa – è conosciuto anche nell’aver lottato per i diritti dei giocatori rioplatensi verso il professionismo.

Il 2 agosto, 1995, è anche Tacchinardi quando sudava nel primo ritiro con la Juventus, suo fratello maggiore Massimiliano festeggiava i ventiquattro anni: aveva esordito in A il 18 maggio ’91 prima in Inter-Lazio, al posto di Antonio Paganin.

Con la Beneamata aveva debuttato però qualche mese prima, nella cavalcata della prima Coppa Uefa nerazzurra. Il ‘Brother’ di Alessio è nato nel giorno del quarantesimo compleanno di Viliam Schrojf, portiere della Cecoslovacchia seconda classificata ai Mondiali del 1962.

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

Risiedo nel basso Lazio, precisamente nel comune di Itri, cittadina che ha dato i natali a Mario Pennacchia. La mia passione per il calcio forse e' data dalla data di nascita: 7 settembre, come il Genoa, Tomas Skuhravy, Marcel Desailly, Pedro 'Piedone' Manfredini... Per GliEroidelCalcio.com da lettore a collaboratore

più letti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: