Connect with us

La Penna degli Altri

Gerd Muller e l’addio alla nazionale per colpa di un invito mancato

Published

on

Il Giornale racconta l’aneddoto che portò Gerd Muller a lasciare la nazionale. Ecco un estratto.

[…] Al banchetto del dopo mondiale vennero invitate le signore consorti dei grandi dirigenti del calcio tedesco. Ma non le mogli e fidanzate dei calciatori campioni. Gerd Muller protestò e decise di scegliere Uschi, la propria compagna di sempre e abbandonò definitivamente la nazionale. Finì per colpa di una cena di gala la storia di Der Bomber Der Nation, il più grande attaccante della storia del fussball tedesco. […] Era nato nel novembre del’ 45 a Nordlingen, Baviera nella quale le truppe americane e gli alleati avevano installato un campo profughi. La città era stata devastata dai raid aerei, Gerd Muller prese a lavorare come garzone di un mobilificio, con la squadra del 1861 Nordlingen si divertì a segnare gol senza un limite, a 18 anni per 5000 marchi, con una paga mensile di 145 marchi, passò al Bayern di Monaco in serie B.

(ILGIORNALE.IT di Tony Damascelli)

 

 

 

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

più letti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: