Connect with us

La Penna degli Altri

Vita e carriera di Geoff Hurst

Published

on

Geoff Hurst e la sua vita dentro e fuori dal campo. La racconta Goal. Noi ve ne proponiamo un estratto.

[…] Leggenda del West Ham, Geoff Hurst raggiunge la gloria con l’Inghilterra, con cui vince i Mondiali del 1966 segnando una tripletta in finale.

[…] Tre goal in una finale mondiale nessuno, a parte lui è riuscito a farli. Nemmeno Zinedine Zidane, fermatosi a 2 nel 1998. […] E pensare che quei Mondiali l’attaccante simbolo del West Ham non avrebbe nemmeno dovuto giocarli, almeno, non da titolare: ma dopo non esser mai sceso in campo nelle tre partite del Girone, il Ct. Ramsey decide di mandarlo in campo al posto dell’infortunato Jimmy Greaves

[…] Geoffrey Charles Hurst, per tutti semplicemente Geoff Hurst, nasce ad Ashton-under-Lyne, nel Lancashire, l’8 dicembre 1941, ma all’età di 6 anni la sua famiglia si trasferisce a Chelmsford, nell’Essex. […] Ma insieme al calcio, sviluppa anche un’altra grande passione: il cricket, e si divide fra i due sport. A 14 anni gioca una partita per laSquadra riserve dell’Halstead Town quando suo padre allena il club. Poi a 15 anni entra nel Settore giovanile del West Ham assieme a Bobby Moore, ma continua a praticare anche il cricket.Disputa addirittura per l’Essex una partita di First class cricket, nella quale tuttavia non brilla. Hurst e Moore sono entrambi in campo nella finale di FA Cup Giovanile del 1959 persa 2-1 dal West Ham contro il Blackburn, ma si rifanno l’anno seguente, quando battono 1-0 il Chelsea nella Southern Junior Floodlit Cup.

[…] Anche la carriera calcistica di Hurst, però, è vicina alla svolta. Già nel 1962, infatti, Greenwood vede in lui il potenziale dell’attaccante e lo cambia di ruolo, schierandolo da punta pura. La risposta è incoraggiante, visto che Geoff realizza 13 goal in 27 presenze in First Division, nonostante la squadra si piazzi soltanto 12ª. FInalmente motivato e determinato, dall’estate del 1963 Geoff lascia il cricket e svolge la prepararazione precampionato con la squadra, partecipando all’International Soccer League, un torneo amichevole disputato a New York.

[…] Nel 1966 il Ct. dell’Inghilterra, Alfred Ramsey, chiama l’attaccante del West Ham per la prima volta e lo fa debuttare in amichevole contro la Germania Ovest il 23 febbraio (1-0 per i Tre Leoni). La prestazione è positiva, e ne seguono altre contro Scozia e Jugoslavia, che inducono il Commissario tecnico a inserirlo nella rosa dei 23 per i Mondiali di Inghilterra ’66.

[…] In semifinale i Tre Leoni pescano un cliente scomodo, il Portogallo di Eusebio, ‘la Pantera nera’, che si era presa tutte le prime pagine dei Mondiali inglesi dopo il k.o. per infortunio di Pelé e l’uscita di scena del Brasile, mentre i tedeschi occidentali devono vedersela con l’Unione Sovietica di Lev Jascin. Contro i lusitani Greaves è recuperato, ma Ramsey decide di non cambiare e conferma la coppia d’attacco composta da Hurst e Hunt. Stiles francobolla Eusebio per tutta la durata della gara, mentre dall’altra parte la risolve Bobby Charlton con una doppietta: sul secondo goal l’assist è offerto da Geoff.

[…] Il 30 luglio del 1966 lo Stadio di Wembley è gremito da 93 mila spettatori che sperano nel successo dei Tre Leoni. E nella gara più importante è Hurst, confermato titolare con Hunt, a prendersi la scena. Haller porta subito in vantaggio i tedeschi al 12′, ma 6 minuti dopo Bobby Charlton è lesto a battere un calcio di punizione e a pennellare un bel pallone in area, dove l’attaccante del West Ham ruba il tempo a Höttges, il suo marcatore, e di testa trafigge Tilkowski per l’1-1. La gara è equilibrata ma nel secondo tempo, al 78′, su angolo di Ball, Hurst calcia forte in porta, Weber respinge male e Peters ne approfitta per siglare al volo il 2-1 per gli inglesi. Sembra fatta ma in zona Cesarini proprio Weber rimedia all’errore precedente e all’89’ fissa il punteggio dei tempi regolamentari sul 2-2. Per decidere il vincitore dei Mondiali sono necessari i supplementari. E si arriva al minuto 101′, quello in cui Hurst segna il goal fantasma più celebre della storia: Ball scappa via sulla destra e serve dall’altra parte Hurst, che, appena fuori dall’area piccola, in un lasso brevissimo di tempo controlla e scarica un destro violentissimo verso la porta tedesca. La palla picchia nella parte interna della traversa per poi rimbalzare nei pressi della riga di porta.

[…] L’Inghilterra vince 4-2 fra le polemiche, e Hurst diventa il primo e finora unico giocatore capace di segnare una tripletta in una finale dei Mondiali. A Wembley può esplodere la festa, con Bobby Moore che solleva la Coppa del Mondo e con l’amico Geoff e gli altri compagni fa il giro d’onore con il trofeo fra le mani.

Vai all’articolo originale
(GOAL.COM di Paolo Camedda)

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

più letti

CONSENSO COOKIE

Copyright © 2019 | GliEroidelCalcio.com testata giornalistica registrata Tribunale di Roma - N° 90/2019 del 20-06-2019
Direttore Responsabile Federico Baranello | Editore Associazione Culturale Calcio, Cultura e Società | info@glieroidelcalcio.com
Sito aderente al Network Sport Review Srl | Privacy Policy | Cookie Policy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: