Connect with us

Storie di Calcio

#scudetticontesi – 1915 è battaglia sui documenti della Figc

Published

on

GLIEROIDELCALCIO.COM – L’hashtag #scudetticontesi si arricchisce di nuovi episodi. Dopo il filmato pubblicato dal Bologna e relative “botte e risposte” con il Genoa per lo scudetto del 1925 di cui vi abbiamo dato conto anche con interviste con i diretti interessati, il focus si sposta ora sullo scudetto del 1915. Scudetto su cui pende da molto tempo una richiesta di ex aequo da parte della società Lazio. Un campionato mai terminato assegnato poi al Genoa. Nei giorni scorsi, il 31 marzo, in un comunicato dell’Avv. Mignogna, celebre per perorare la causa biancoceleste, possiamo estrapolare quanto segue: “… è emerso che nell’Annuario Ufficiale della Figc 1926-1927 (edito nel 1928), a pagina 36, risulta inequivocabilmente esplicato e pertanto dotato di prova ufficiale l’assunto che il Genoa, con delibera post-bellica, fu reso esclusivamente Campione Settentrionale 1914/15 e non anche Campione Nazionale della medesima stagione […] Coerentemente il suddetto Annuario Ufficiale della Figc, nella Sezione “Albo d’oro” qualifica il Campionato 1914/15 “sospeso”, così chiarendo, ove mai ce ne fosse stato bisogno, che quanto specificato a pagina 36 non poteva che riferirsi alla fase finale del Campionato Settentrionale”. Non solo, il comunicato annuncia anche ulteriori novità a breve… “ … sono all’esame dello scrivente ulteriori documenti, che a breve potrebbero spiegare come e perché l’assegnazione del titolo settentrionale al Genoa, medio tempore, fu strumentalizzata e/o quantomeno equivocata al punto da tramandare erroneamente per oltre un secolo che i rossoblù furono gli unici vincitori dello Scudetto 1915”.

È arrivata anche la replica di Giancarlo Rizzoglio, Comitato Storico Scientifico Museo del Genoa, dalle colonne de “Il Secolo XIX“ nell’edizione odierna: “I documenti vanno sempre letti per intero, senza omissioni ed evitando di commentare solo gli stralci più convenienti. L’Almanacco dice chiaramente che il campionato di 1ª Categoria, a sistema regionale, si è svolto fra le 36 squadre individuate tra quelle partecipanti nel Nord Italia divise in sei gruppi, e non si fa alcun riferimento ai campionati del Centro e del Sud. Questo prova ancora una volta che all’atto dell’assegnazione del titolo italiano, dopo la sospensione del campionato all’ultima giornata, si prese in considerazione esclusivamente il campionato del Nord Italia, per le note e comprovate ragioni di netta superiorità tecnica che questo aveva. Quando l’almanacco cita l’ultimo girone parla infatti di “girone finale” e non “girone finale settentrionale”». Nel dossier inviato alla Federcalcio da parte di coloro che “perorano” la causa dei liguri, si è sempre voluto evidenziare come la Lazio, a differenza del Genoa, non abbia mai ricevuto un atto formale dell’assegnazione del titolo di campione dell’Italia Centro-Meridionale. “C’è una delibera Figc”, prosegue Rizzoglio, “e solo Federcalcio può decidere di tornare sulla propria decisione assegnando l’ex aequo. Nel caso, però, dovrebbe assegnarlo anche all’Internazionale Napoli, che non esiste però più da tempo”.

Nolenti o volenti la storia si deve ancora scrivere.

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

più letti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: