Connect with us

Storie

Lo spettacolare Parma di Sacchi e quella promozione del 1° Giugno 1986

Published on

(GLIEROIDELCALCIO.COM di Andrea Gioia)

Molto spesso si parla di allenatori che hanno modificato radicalmente il gioco del calcio.

Ce ne sono stati tanti in oltre un secolo di questo sport; qualcuno ha vinto attraverso la preparazione fisica, altri grazie ad una sapiente gestione del gruppo e altri ancora con la tecnica e l’innovazione.

Arrigo Sacchi da Fusignano appartiene proprio a questa ultima categoria.

Nella stagione 1985/86 ad Arrigo viene assegnato l’arduo compito di riportare il Parma in Serie B.

Lo scelgono personalmente il presidente Ceresini ed il direttore sportivo Sogliano. Se ne sentiva già parlare bene fin dai tempi del Vicenza; quel quarantenne dall’occhio vivace, era stato in grado di plasmare una squadra attraverso l’utilizzo di un gioco a tratti incontenibile e di una zona non ancora purissima.

A Parma, Sacchi dà inizio ad una vera e propria rivoluzione.

Via quasi tutto il gruppo della retrocessione (con la sola eccezione del giovanissimo Melli e del rosso Mussi), dentro alcuni dei suoi fedelissimi (Bianchi, Rossi e Gabriele).

Una preparazione sfiancante e minuziosa porta ad un esordio incolore in campionato. Il 22 Settembre del 1985, il Parma pareggia a reti inviolate contro il Trento; passa una settimana e si inizia a vedere una squadra incontenibile.

Un 5-0 in casa contro il Fano, un gioco straripante e le linee che si muovono in perfetta sintonia.

La gente inizia ad accorgersi di quel Parma.

In quel campionato, oltre alla squadra di Sacchi, c’è il forte Modena del presidente Mascalaito.

Il 1° Dicembre lo stadio Tardini assiste ad uno scontro diretto tra due squadre destinate a dominare quella Serie C. 

Sacchi prepara la partita con la sua solita spregiudicatezza e con la convinzione, inculcata nei giocatori, che il suo gioco non debba adattarsi a quello degli avversari. Un secco 2-0 con doppietta di Marco Rossi ai danni di un ventenne Ballotta.

Quel campionato andrà avanti con un continuo testa a testa tra le due emiliane.

Il ritorno sarà più equilibrato e un pò sfortunato per i ducali, con un 2-2 raggiunto soltanto sul finale grazie ad un’azione ubriacante conclusa in rete da un colpo di testa del decisivo Rossi.

Il 1° Giugno del 1986 il capolavoro può compiersi.

Il Parma festeggia la promozione in Serie B grazie al gol in spaccata del giovanissimo Melli e grazie al tiro preciso ad incrociare del solito Marco Rossi. 

Un anno speciale nel quale si ebbe la sensazione di vedere da vicino un calcio talmente tanto innovativo da essere destinato a cambiare questo sport.

Quella squadra, prima di abbandonare il suo profeta romagnolo, sfiorerà la seconda promozione consecutiva l’anno successivo.

In compenso, eliminerà il Milan di Liedholm dalla Coppa Italia.

In quella doppia sfida, Berlusconi ci vide lungo.

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

Classe '83, viaggiatore instancabile ed amante del calcio e dello sport tutto. Una Laurea in Comunicazione, una tesi sul linguaggio giornalistico sportivo degli anni '80 ed una passione per il collezionismo, soprattutto quello inerente la nazionale italiana. Alla sua attività turistica, associa collaborazioni con giornali del mondo travel. Testata preferita: GLIEROIDELCALCIO.COM"

Advertisement
1 Comment

1 Comment

  1. Pingback: L'ultimo schema di Arrigo - Gli Eroi del Calcio

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

più letti

Copyright © 2019 | GliEroidelCalcio.com testata giornalistica registrata Tribunale di Roma - N° 90/2019 del 20-06-2019
Direttore Responsabile Federico Baranello | Editore Associazione Culturale Calcio, Cultura e Società | info@glieroidelcalcio.com
Sito aderente al Network OK!News24.it - Sindimedia Srl P.I 06259740485 | Privacy Policy | Cookie Policy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: