Connect with us

La Penna degli Altri

Salernitana, gol di Aliberti: la prima gioia un secolo fa

Published

on

LACITTADISALERNO.IT (Clodomiro Tarsia) – Ricorre oggi il centesimo anniversario della prima partita ufficiale disputata nella sua storia dell’Unione Sportiva Salernitana. Fondata il 19 giugno del 1919, la squadra del presidente Onesti debuttò in un campionato “federale” il 15 febbraio 1920, vincendo sul campo dello Stabia. Di seguito, un ricordo di quella storica prima stagione dei granata, allora – e per qualche decennio – in maglia biancoceleste.

Piovve governo ladro (ma non si poteva dire). Fu così che la prima partita ufficiale della Salernitana in casa si disputò solo… a metà. Avversaria la coriacea Juve Stabia, la stessa che il 15 febbraio 1920, “oggi” un secolo fa, fu protagonista dell’esordio in trasferta. A Salerno, invece, si giocò domenica 14 marzo 1920 quella gara del girone B del torneo di Promozione regionale, propedeutico alle finali di accesso in Prima Divisione, la serie A di quegli incerti albori dello sport del pallone, che si rilanciava dopo la Grande Guerra. La prima squadra scudettata fu l’Inter, seguita, nel 1921, dalla Pro Vercelli. I derby erano dietro ogni angolo di quartiere. Quel calcio ruspante dei pionieri non può essere paragonato nemmeno lontanamente al calcio siderale di oggi. Quel calcio ciabattato non distribuiva milioni e non era un palcoscenico sfavillante di idoli osannati, vezzeggiati, magnificati, esaltati dalle folle e concupiti da veline stravaganti e ambiziose. Era giocato da ragazzi pieni di vita e assetati di novità ai quali spesso si univano professionisti, commercianti, operai, garzoni e studenti universitari vicini alla laurea. Tutti in cerca di una sana ed elettrizzante evasione sui rettangoli arsi o fangosi delle periferie con pochi palazzi e molti orti con uva e mandarini. I neofiti erano già tanti.

[…] Torniamo a Salernitana-Juve Stabia del 14 marzo 1920. Il derby nacque quasi per scommessa perché al suo primo campionato organizzato dalla Figc la Salernitana si iscrisse all’ultimo minuto come una cenerentola […] tutti pensarono che la cenerentola biancoceleste avrebbe fatto da sparring-partners e, invece, andò molto diversamente. Il campionato incominciò il 15 febbraio 1920 (giusto 100 anni fa) e le partite delle tre giornate del girone di andata si conclusero tutte a favore della Salernitana allenata da Matteo Schiavone. La prima a Castellammare contro l’agguerrita Juve Stabia fu vinta 1-0 dai biancocelesti con rete di Aliberti , la seconda contro la Pro Italia finì 3-1 e la terza 3-0, a Torre Annunziata. Alla prima di ritorno il “Piazza d’Armi” si fece trovare pronto, con madrina, folla di autorità e un migliaio di spettatori dietro le rete. Ma dal cielo si rovesciò sul campo il diluvio e l’arbitro sospese la gara dopo i primi 45’. I due successivi incontri con Pro Italia e Savoia registrarono successi larghissimi e, a quel punto, per uno strepitoso filotto mancava solo la partita di recupero con la Juve Stabia. Fu giocata… tutta intera l’11 aprile in un “Piazza d’Armi” gremito e i biancocelesti non delusero nemmeno stavolta, vincendo con una doppietta di Nicola Aliberti, un mancino al quale cinque anni di trincea non avevano tolto il gusto del gol.

La squadra concluse con 12 punti pieni in classifica […]

Vai all’articolo originale

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

più letti

Copyright © 2023 | GliEroidelCalcio.com testata giornalistica registrata Tribunale di Roma - N° 90/2019 del 20-06-2019
Direttore Responsabile Federico Baranello | Editore Associazione Culturale Calcio, Cultura e Società | info@glieroidelcalcio.com
Sito aderente al Network Sport Review Srl | Privacy Policy | Cookie Policy

%d