Connect with us

Storie di Calcio

25 luglio 1997: Ronaldo sbarca all’Inter

Published

on

In un caldo giorno estivo di 25 anni fa arriva a Milano il Fenomeno: i nerazzurri mettono a segno uno dei migliori colpi della storia del calcio

Il 25 luglio 1997, ben venticinque anni fa, l’Inter presentava Ronaldo Luis Nazario de Lima, detto il Fenomeno. Sbarcava a Milano quello che, a 21 anni, era considerato senza dubbio il miglior giocatore al mondo, reduce da una stagione clamorosa al Barcellona da 47 gol in 49 presenze complessive tra Liga, Copa del Rey e Coppa delle Coppe, nella quale trionfò anche.

Un esborso senza precedenti, che rese all’epoca il suo acquisto il più costoso della storia del calcio (il record fu battuto l’anno dopo con l’acquisto di Denilson da parte del Betis). Il presidente Massimo Moratti lo aveva strappato al Barcellona circa un mese prima, nonostante avesse da poco firmato il rinnovo con i blaugrana. Il patron nerazzurro pagò la clausola rescissoria da 48 miliardi di lire, più un ulteriore indennizzo di circa 3 miliardi stabilito dalla FIFA.

Quel 25 luglio l’accoglienza sotto la sede di via Durini è incredibile quando Ronny si affaccia dal balcone. Il centro di Milano è colorato tutto di nerazzurro. Questo perché è appena arrivato in città il giovane brasiliano. Una camicetta a quadri e un cappellino dello sponsor tecnico. Il suo sorriso è immortalato nella foto con Luis Suárez e Sandro Mazzola davanti alla bacheca con i trofei nerazzurri. A proposito di trofei nerazzurri, chissà se il prossimo anno l’Inter riuscirà a conquistarne altri. Secondo i vari bookmaker con bonus scommesse presenti su Sportytrader, l’Inter è ancora la favorita per la vittoria di Serie A e Coppa Italia. Più difficile per gli esperti che arrivi invece il triplete con la conquista della Champions, anche se in molti sperano di rivivere quello storico 2010…

Ma torniamo a Ronaldo. La sua carica per la nuova esperienza era enorme già prima del suo arrivo. Dalla Bolivia, dove era impegnato in Copa America con il suo Brasile, già annunciava: “È l’alba di un nuovo inizio, un grande giorno per me. Vengo a vincere lo scudetto con l’Inter”. Lo scudetto non arrivò per poco, e tutti ricordano quella famosa partita a Torino contro la Juventus. Ma nella prima stagione arriverà comunque la Coppa Uefa, con il super gol nella finale vinta contro la Lazio per 3-0 al Parco dei Principi. Un doppio passo ubriacante per saltare Marchegiani e poi infilare il pallone in rete.

La prima stagione di Ronaldo all’Inter fu fantastica, con 34 gol in 47 match complessivi, ma sarà l’unica nella quale i tifosi nerazzurri vedranno il loro Fenomeno giocare con continuità, a causa dei gravi infortuni che lo tormenteranno per tutte le successive quattro. La sua carriera in nerazzurro non può dirsi molto fortunata, anche se è riuscito sicuramente a entrare nei cuori di tutti i tifosi. Il brasiliano lascerà l’Inter nel 2002 per tornare a giocare in Spagna, al Real Madrid.

Quello di Ronaldo Luis Nazario de Lima rappresenta senza ombra di dubbio il colpo di mercato più importante dell’era Moratti, che tra l’altro è stata ricca di grandissimi acquisti in quegli anni. In generale il suo trasferimento in Italia ricorda una delle epoche di massimo splendore del nostro calcio, quando la Serie A rappresentava ancora un campionato ambitissimo da tutti i grandi campioni.

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

più letti

CONSENSO COOKIE

Copyright © 2019 | GliEroidelCalcio.com testata giornalistica registrata Tribunale di Roma - N° 90/2019 del 20-06-2019
Direttore Responsabile Federico Baranello | Editore Associazione Culturale Calcio, Cultura e Società | info@glieroidelcalcio.com
Sito aderente al Network Sport Review Srl | Privacy Policy | Cookie Policy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: