La maglia del Foggia nella stagione 1981-82
Connect with us

Gli Eroi del Collezionismo

Una maglia, una storia … Il Foggia 1981-82 dei “gemelli ” De Giovanni e Stanzione

Published

on

Foggia 1981-82

La maglia del Foggia 1981-82

Siamo alla penultima tappa del nostro viaggio tra le maglie pugliesi in mio possesso. Questa settimana la prima delle due maglie della più nota e seguita squadra del nord della Puglia: il Foggia nella stagione 1981-82.

Foggia 1981-82

Le caratteristiche della maglia

Questa maglia mi rende particolarmente orgoglioso: inseguita per anni e difficilissima da reperire. Per me è la vera storica maglia dei Satanelli. È una maglia da trasferta in lanetta a manica corta. La utilizzarono, però, come vedremo, anche in occasione delle partite interne al mitico “Pino Zaccheria”.

Foggia 1981-82

La maglia, riecheggia lo stile “England” molto in voga in quegli anni, vale a dire l’iconica maglia inglese usata ad Euro ’80 e a Spagna ’82, con i colori sociali presenti sulle spalle con due bande orizzontali, una nera e una rossa, intervallate al centro dallo scollo bianco del colletto.

La maglia non reca segni dello sponsor commerciale ma ha un’etichetta al colletto, scambiata nel corso dei lavaggi.

Presumo che il produttore possa quindi essere la “Cinghiale Sport”, azienda di Apricena, paese alle pendici del Gargano, nella provincia foggiana, che ha “firmato” anche le maglie rossonere delle successive stagioni (1982/83 e 1983/84).

Foggia 1981-82

Il Foggia allo Zaccheria che indossa questa maglia

Lo sponsor commerciale “Pasta Tamma”

Al centro della maglia, compare il primo storico sponsor commerciale presente sulle maglie del club della Daunia. Si tratta del Pastificio “Tamma”, che ha accompagnato le gesta dei rossoneri dal 1981 al 1984, per poi ricomparire sotto la presidenza del club da parte dei fratelli Franco e Fedele Sannella, proprietari del marchio, anche dal 2015 al 2018.

 

Lo storico pastificio fu fondato nel 1907 da Franco Tamma e ha ancora la propria sede, composto dal magazzino, dai molini e dal pastificio in Corso Mezzogiorno, 15 a Foggia (in foto).

Oggi il marchio è di proprietà della holding Italo-australiana Aldini Srl che l’ha acquisito dai Sannella nel 2021.

La maglia nel modello invernale a maniche lunghe (trasferta di Pistoia)

Chi ha indossato la maglia numero 2 del Foggia nella stagione 1981-82: Paolo De Giovanni

Il numero cucito sul retro della maglia è il 2, di colore nero.

Come spesso avveniva nei primi anni Ottanta, il materiale è ancora la finta pelle, ancora perfettamente conservata dopo 43 anni quasi.

 Foggia 1981-82

Paolo De Giovanni ai tempi del Foggia

Il calciatore che ha indossato questa maglia è il foggiano Paolo De Giovanni, terzino destro nativo di San Marco in Lamis, di cui ho la fortuna di possedere anche la maglia della Reggina di due stagioni dopo (1983/84).

De Giovanni è molto conosciuto dagli appassionati di calcio anni Ottanta per la forte somiglianza con il compagno di squadra Francesco Stanzione, un look tipico di quegli anni con folta capigliatura nera e baffi che ha reso i due calciatori iconici per del bellissimo calcio di quegli anni (v. foto allegata).

Cresciuto nelle giovanili rossonere, ha militato a più riprese nel Foggia in tre diversi periodi: 1974-77 con una presenza in serie A nel 1977 nella sconfitta interna 0-2 contro il Cesena), 1978-79 con retrocessione in C1 ed infine, dopo una stagione al Genoa, il periodo 1980-82 prima di trasferirsi alla Reggina e poi al Sorrento dove chiuse la carriera. Vanta complessivamente 93 presenze in maglia rossonera.

La stagione 1981-82 e la partita in cui indossarono questa maglia: Foggia-Sampdoria

La maglia bianca fu utilizzata in varie partite della stagione e, sicuramente, in occasione dell’ultima partita di campionato, la vittoria 2-1 del 13 giugno 1982 nella gara disputata allo “Zac” contro la Sampdoria (gol di Paradiso e Bordon per i pugliesi e Zanone per i doriani). La maglia fu scambiata da De Giovanni con il numero 8 della Samp, Giorgio Roselli, da cui la maglia proviene.

Veduta del pastificio Tamma

Veduta del pastificio Tamma

Fu la vittoria salvezza per i ragazzi di mister Veneranda. Grazie agli ultimi tre successi consecutivi contro Pescara, Spal e appunto Samp, si assicurarono la permanenza in cadetteria per la migliore differenza reti rispetto al Rimini retrocesso. La squadra pugliese chiuse a 36 punti insieme anche a Cavese e Pistoiese.

Di quella squadra ricordiamo il capocannoniere Antonio Bordon, il centrocampista esterno Federico Frigerio, il portiere Vincenzo Laveneziana, recentemente scomparso. Ricordiamo anche il difensore e futuro allievo di Zeman Delio Rossi.

Grazie di cuore al mio caro amico Ciro che mi ha permesso di aggiungere questo pezzo storico e tanto ricercato nella mia raccolta!

GLIEROIDELCALCIO.COM (Enrico Di Mauro)

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

Classe 1981, sposato con Federica, svolge la sua attività professionale presso una società multinazionale nel settore “Legale”. Appassionato di calcio con un cuore diviso a metà: la Cavese e il Napoli. Collezionista di maglie preparate/indossate da club italiani e nazionali maggiori negli anni ‘70 e ’80. Per GliEroidelCalcio racconta la sua collezione ...

più letti

Copyright © 2023 | GliEroidelCalcio.com testata giornalistica registrata Tribunale di Roma - N° 90/2019 del 20-06-2019
Direttore Responsabile Federico Baranello | Editore Associazione Culturale Calcio, Cultura e Società | info@glieroidelcalcio.com
Sito aderente al Network Sport Review Srl | Privacy Policy | Cookie Policy

%d