Connect with us

La Penna degli Altri

Da Zavarov a Brian Laudrup, passando per Nedved: quando l’Europeo era una vetrina per la A

Published on

Il Fatto Quotidiano racconta i big che sfondavano nell’Europeo e che si dimostravano calciatori normali in Italia. Ecco un estratto.

[…] Ibra, Trezeguet, Modric, Nedved, ma anche Zavarov, Arshavin, Joao Mario, Milosevic: vetrina d’eccellenza o bottega delle illusioni gli Europei, da sempre. Da quando il Verona individuò quello che tutt’ora auspica diventi sindaco della città: Preben Elkjaer Larsen, che nell’84 portò la Danimarca fino alle semifinali, convincendo la dirigenza dell’Hellas a sborsare 2 miliardi e mezzo di lire ai belgi del Lokeren per accaparrarselo: mica male, visto che coi suoi gol regalò uno scudetto storico agli scaligeri. Nel 1988 invece in vetrina ci finirono inevitabilmente l’Olanda e la Russia: degli Orange nel Milan c’erano già Gullit e Van Basten, non c’era Rijkard, però, e Braida per acquistarlo dovette passare brutti momenti, coi tifosi dello Sporting Lisbona inferociti tanto da dover nascondere il contratto tra gli indumenti intimi. Nella truppa di Lobanovsky spiccava la classe di Zavarov: la Juventus dovette smuovere anche le paludi burocratiche sovietiche per assicurarsi quel calciatore che aveva portato assieme ai compagni l’Unione Sovietica fino in finale. Aspettative notoriamente disattese, come per tutti i compagni di Zavarov che superarono i confini, da Dasaeev a Rats ad Alejinikov.

[…] E nel 1992? È ancora la Danimarca che attira le attenzioni di presidenti e manager: Cecchi Gori si frega le mani dopo aver preso Brian Laudrup dal Bayern Monaco per 8 miliardi, e anche perché dai bavaresi prende pure un altro finalista di quell’Europeo, Stefan Effenberg per 5,6 miliardi… i due non faranno malissimo, ma la Fiorentina nonostante i 14 miliardi di lire spesi finirà in Serie B. Il 1996 è l’anno della Repubblica Ceca: si stropicciano tutti gli occhi vedendo correre e tirare Pavel Nedved e il più lesto ad assicurarsi quel centrocampista è Sergio Cragnotti, patron della Lazio: 8 miliardi allo SpartaPraga, un affare, considerando lo scudetto in biancoceleste, la Coppa delle Coppe, la Supercoppa Europea…e la rivendita a 70 miliardi di lire alla Juventus del futuro pallone d’oro. 
(ILFATTOQUOTIDIANO.IT di Cristiano Vella)

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

più letti

Copyright © 2019 | GliEroidelCalcio.com testata giornalistica registrata Tribunale di Roma - N° 90/2019 del 20-06-2019
Direttore Responsabile Federico Baranello | Editore Associazione Culturale Calcio, Cultura e Società | info@glieroidelcalcio.com
Sito aderente al Network OK!News24.it - Sindimedia Srl P.I 06259740485 | Privacy Policy | Cookie Policy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: