Connect with us

Mostre & Musei

“Dai campi di gioco ai campi di combattimento”. Avv. Mignogna: “Ricorderemo il loro sacrificio”

Published on

GLIEROIDELCALCIO.COM –

La tomba del Milite Ignoto, un militare italiano caduto al fronte durante la prima guerra mondiale e sepolto a Roma sotto la statua della dea Roma all’Altare della Patria al Vittoriano, rappresenta simbolicamente tutti i caduti e i dispersi in guerra italiani. La sua identità è ignota appunto perchè scelto tra coloro privi di elementi che ne potessero permettere il riconoscimento.

La tomba, come sappiamo, è scenario di cerimonie ufficiali e fu inaugurato in maniera solenne il 4 novembre 1921 con la traslazione da Aquileia dei resti di un soldato.

Anche il calcio ha pagato il suo “tributo” di sangue alla guerra; tanti i calciatori inviati al fronte e spesso ne abbiamo raccontato le loro storie e la nostra partnership con Footballandthefirstworldwar testimonia la nostra sensibilità verso l’argomento.

Siamo quindi ben felici di poter raccontare di questo avvenimento di Latina il prossimo Lunedì 25 Ottobre 2021 presso la Casa del Combattente in Piazza San Marco n. 4, ore 18:00.

Abbiamo raggiunto l’Avv. Mignogna, noto per perorare la causa della Lazio e dei laziali nella lunga, ormai, vicenda degli Scudetti contesi in cui è attivo per il riconoscimento proprio di quello della stagione 1914/15.

“L’allora Società Podistica Lazio ha dato un contributo enorme per la patria che non sempre è stato ricordato a dovere dai media e dagli storiografi”, ci dice l’Avvocato ai nostri microfoni,“Questo evento fa seguito ad altre commemorazioni già avvenute per ricordare le gesta eroiche dei tesserati dell’allora appunto Società Podistica Lazio. Non parliamo esclusivamente di calciatori ma di polisportivi che si cimentavano nell’atletica, nel podismo, nel canottaggio etc. e che improvvisamente, come tutti i giovani dell’epoca, vennero trapiantati dai campi di gioco ai campi di battaglia. La sezione calcistica addirittura fu fermata ad un passo dalla possibile conquista del titolo di Campione d’Italia. Io credo che questi eroi vadano commemorati a dovere perchè sacrificarono le loro vite, la loro famiglia, la loro attività e la loro integrità fisica per difendere il tricolore italiano. Lunedi, durante questo evento, ricorderemo loro e il loro sacrificio con tante foto, documenti e cimeli inediti. Invito davvero tutti a partecipare”.

Di seguito il comunicato stampa dell’iniziativa.

 

COMUNICATO STAMPA
LUNEDI’ 25 OTTOBRE 2021: “DAI CAMPI DI GIOCO AI CAMPI DI COMBATTIMENTO”

Lazio Patria Nostra, quante volte l’abbiamo detto, letto, scritto o semplicemente pensato: la Lazio sin dalla sua fondazione è il nostro alveo naturale, la nostra seconda pelle, la nostra cittadinanza. 

Sarebbe troppo lungo spiegare come e perché, è una storia ultracentenaria nata il 9 Gennaio 1900 e proseguita senza alcuna soluzione di continuità sino ai nostri giorni, oltrepassando il solco di due guerre mondiali, in cui i laziali hanno dato un contributo enorme per la Patria Nazionale, l’Italia, in termini di vite umane, di cicatrici fisiche e morali e di sacrifici societari, familiari e personali.

Proprio quest’anno ricorre il Centenario della traslazione e della tumulazione nel sacello all’Altare della Patria del “Milite Ignoto” e nell’ambito delle iniziative che culmineranno il 4 Novembre 2021, in concomitanza con la Giornata dell’Unità Nazionale, della fine della Grande Guerra e della Festa delle Forze Armate, il Lazio Clan Latina ha pensato di commemorare tutti i Caduti della Società Podistica Lazio sul fronte austro-ungarico durante il conflitto bellico del 1915-1918.

La manifestazione “Dai campi di gioco ai campi di combattimento”, che si terrà Lunedì 25 Ottobre 2021 a Latina presso la Casa del Combattente in Piazza San Marco n. 4, ore 18:00 – ingresso gratuito, farà rivivere e ricordare le gesta di quegli Eroi Laziali che per amor di Patria lasciarono le loro divise, le loro famiglie e le loro attività per andare a difendere il tricolore nazionale, lo stesso che la Sezione Calcio era ad un passo dal conquistare sui prati verdi del football. 

Agostino Lattuille e Palma Cirulli per il Lazio Clan Latina, Pasquale Trane e Fabrizio Casadidio per il Centro Studi Nove Gennaio Millenovecento e Gian Luca Mignogna per Laziostory, illustreranno attraverso una serie di storie, foto e cimeli inediti dell’epoca, personaggi emblematici e significativi per la Società Podistica Lazio, per lo più sconosciuti alla grande platea, rendendogli l’onore ed il giusto riconoscimento che la Storia non sempre gli ha attribuito.

Dopo la Grande Guerra, infatti, molti tesserati della Società Podistica Lazio riuscirono a tornare alle proprie famiglie, alcuni con gravi mutilazioni o ferite indelebili, ma molti persero la vita sul fronte carsico o sul fronte cadorino: è stato un tributo di sangue, valoroso e doloroso, che la Lazio ha “donato” all’Italia, la sua Patria.

La Lazio e la Morte, inesorabilmente, continueranno ad incontrarsi diverse volte anche nei decenni successivi, in un intreccio di passioni, sentimenti e sofferenze che la rende unica nel panorama sportivo nazionale. 

Più delle vittorie, forse, sono stati proprio i travagli, i lutti ed i cordogli ad unire il Popolo Laziale da sempre e per sempre. 

E’ anche per questo che, paradossalmente, la Lazio non morirà mai.

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

più letti

Copyright © 2019 | GliEroidelCalcio.com testata giornalistica registrata Tribunale di Roma - N° 90/2019 del 20-06-2019
Direttore Responsabile Federico Baranello | Editore Associazione Culturale Calcio, Cultura e Società | info@glieroidelcalcio.com
Sito aderente al Network OK!News24.it - Sindimedia Srl P.I 06259740485 | Privacy Policy | Cookie Policy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: