Connect with us

Storie di Calcio

L’omaggio di Dybala alla storia

Published

on

GLIEROIDELCALCIO.COM – La Juventus ieri sera ha liquidato lo Zenit per 4-2 mettendo anche in valigia la qualificazione aritmetica agli ottavi di Champions. Ciò che però ha colpito noi amanti della storia di questo meraviglioso sport è stata la particolare esultanza di Dybala al primo gol, che festeggia in maniera “iconica”, come Platini in quel dicembre dell’85. Da ieri sera infatti l’argentino ha siglato più gol del francese in maglia bianconera (106 a 104).

Tornando all’omaggio di Dybala, che tra le altre cose dimostra di conoscere un po’ di storia di questo sport e della “sua” Juventus… come nasce quella posa del francese?

È l’8 dicembre 1985 e ai calci di rigore la Juventus batte l’Argentinos Junior squadra di Buenos Aires … la squadra di Mister Trapattoni sale quindi sul gradino più alto del mondo conquistando a Tokio la sua prima Coppa Intercontinentale. I bianconeri arrivano alla sfida dopo la vittoria nella Coppa dei Campioni nella tragica e dolorosa serata dell’Heysel, e affronta gli argentini vincitori della Libertadores. È questa una partita equilibrata e divertente e il primo tempo finisce sul risultato di 0-0. Gli argentini si portano in vantaggio con Ereos ma vengono raggiunti da “Le Roi” Platini su calcio di rigore. Poi al secondo vantaggio dell’Argentinos, gol di Castro, i bianconeri rispondono con Laudrup dopo un’azione splendida e assist del solito Michel Platini.

Quando il risultato è ancora di 1-1, Michel Platini segna una delle sue reti più belle ma gli viene annullata per fuorigioco di Brio: un capolavoro con “sombrero” in piena area di rigore e tiro al volo di sinistro. Il suo modo di dimostrare la contrarietà al direttore di gara rimane un’immagine scolpita nei ricordi di tutti gli appassionati di calcio: disteso sul campo in silenzio. Una posa delicata e polemica, una posa da “Re”. Ai tempi supplementari il risultato rimane ancorato sul 2-2 e si rende necessaria la lotteria dei calci di rigore. La Juventus segna con Brio, Cabrini, Serena e sbaglia proprio con Laudrup, l’autore del gol del pareggio. Dopo il secondo rigore parato da Tacconi, Platini deve tirare il rigore decisivo e non lo sbaglia. La Juventus è Campione del Mondo per Club.

Grazie Dybala per avercelo ricordato …

Curiosità: la gara fu trasmessa in diretta da Canale 5 alle 04:00 di domenica mattina esclusivamente per gli abitanti della Lombardia, interrompendo in qualche modo il monopolio della Rai, perché in quei tempi vigeva il divieto per le emittenti private di trasmettere a livello nazionale.

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

più letti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: