I 75 anni del Subbuteo, il fenomeno culturale che prese il nome da un "falco" - Gli Eroi del Calcio
Connect with us

La Penna degli Altri

I 75 anni del Subbuteo, il fenomeno culturale che prese il nome da un “falco”

Published

on

(ILFATTOQUOTIDIANO.IT di Andrea Romano – Foto WIKIPEDIA)

[…] Niente ha influenzato l’estetica del calcio più del Subbuteo. Un gioco che non è mai stato solo un surrogato del pallone, la sua simulazione casalinga. Al contrario, è stato la sua sublimazione, il suo strumento di apprendimento. Tutto ruotava intorno a quel pezzo di stoffa che riproduceva un campo da calcio in scala 1 a 100. […] Perché il bello del Subbuteo era anche questo, l’equivalenza. Un omino con la maglia nerazzurra poteva giocare per l’Inter, per l’Atalanta, per il Pisa. I miracoli della bassa risoluzione facevano in modo che una miniatura rossonera potesse essere il milanista Baresi o il foggiano Codispoti. Anche a distanza di una manciata di minuti.

[…] La storia inizia nel 1946, nel retro di una casa del Kent. È lì che un tifoso del Queens Park Rangers prova a dare forma alla sua idea. Si chiama Peter Adolph. […] La svolta arriva nel 1947, con l’aiuto involontario di un funzionario dell’ufficio marchio e brevetti. Adolph fa domanda per registrare il suo calcio da tavolo con il nome “Hobby”, solo che si sente rispondere che il nome richiesto è troppo generico. Serve un’altra idea. Così Peter decide di attingere dalla sua grande passione: l’ornitologia. La sua mente corre all’hobby hawk, il falco lodaiolo. Il suo nome scientifico è Subbuteo. È un colpo di genio che darà vita a uno dei marchi più famosi dei giocattoli del vecchio millennio. La prima pubblicità in televisione arriva quasi vent’anni dopo. Si giocano i Mondiali del 1966. E per Venditti la Regina d’Inghilterra era Pelé. Poco prima del fischio di inizio il Subbuteo decide di commercializzare tutte e 16 le squadre che prendono parte al torneo. Più una versione in miniatura della Coppa Rimet. È un successo clamoroso.

[…] Da noi la mania del Subbuteo arriva qualche anno dopo. Nel 1972 il Corriere della Sera inserisce il calcio in punta di dito fra i regali più desiderati dai ragazzi. Una scatola base costa 5mila lire. Quella deluxe quasi sei volte tanto.

Vai all’articolo originale

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

più letti

Copyright © 2023 | GliEroidelCalcio.com testata giornalistica registrata Tribunale di Roma - N° 90/2019 del 20-06-2019
Direttore Responsabile Federico Baranello | Editore Associazione Culturale Calcio, Cultura e Società | info@glieroidelcalcio.com
Sito aderente al Network Sport Review Srl | Privacy Policy | Cookie Policy

%d