Connect with us

La Penna degli Altri

Ritratto di Massimo Palanca, il piedino d’oro del calcio italiano

Published

on

Massimo Palanca raccontato nel dettagliato articolo di Goal. Ve ne proponiamo uno stralcio.

[…] Centosettanta centimetri di pura tecnica in 64 chilogrammi di grande esplosività, che si estrinsecava in due piedini numero 37 e in particolare in un sinistro magico con il quale sapeva far fare alla palla quel che voleva. Massimo Palanca è stato uno dei grandi attaccanti italiani fra anni Settanta e anni Ottanta, con la particolarità di aver fatto benissimo soprattutto con una maglia, quella del Catanzaro, club dal quale è considerato un’icona ed è il massimo marcatore all-time.

 

[…] Massimo, che percepisce uno stipendio mensile di 15 mila Lire, dimostra da subito di avere un buon feeling con il goal: dopo il primo anno, in cui totalizza 2 reti in 16 presenze, nel secondo va subito in doppia cifra, totalizzando 13 reti in 28 presenze, che diventano 16 in 27 nel 1972/73. In tutto fanno 29 goal in 55 gare.

[…] Palanca si ritrova dunque catapultato nel campionato di Serie C, ma riportato nel suo ruolo naturale di attaccante, non sente il peso della categoria. Dopo il rinvio della gara della prima giornata contro la Salernitana, fa il suo esordio da professionista il 23 settembre 1973 in Nocerina-Frosinone, e il 14 ottobre in Frosinone-Marsala 1-0 segna il suo primo goal con la maglia giallazzurra. Complice l’infortunio della punta titolare, Palanca diventa titolare e presto i tifosi ciociari iniziano ad amarlo. I suoi 18 goal in 38 presenze gli valgono il titolo di capocannoniere del Girone C di Serie C.

[…] Il calciomercato estivo era stato segnato da una grande rivoluzione: in rosa restavano solo otto elementi dell’anno precedente. […] Le Aquile del Sud chiudono la stagione regolare al 3° posto con 45 punti a pari merito con il Verona. Per decidere la terza promossa in Serie A dopo Perugia e Como serve uno spareggio, che si gioca in campo neutro a Terni il 26 giugno 1975 contro gli scaligeri. Il Catanzaro perde 1-0 e resta in Serie B.

[…] Ma a 24 anni Massimo è ormai un attaccante maturo, e il 1977/78 è quello della definitiva consacrazione come bomber: il marchigiano realizza 18 goal in 32 partite, laureandosi capocannoniere della Serie B, e trascinando nuovamente il Catanzaro (2° a pari punti con l’Avellino) in Serie A. Alcune delle sue reti risultano particolarmente spettacolari: 3 goal, infatti, Palanca li realizza direttamente da calcio d’angolo, con parabole beffarde e imparabili per i portieri. Nasce il mito di ‘Piedino d’Oro’ o ‘Piedino di Fata’, i soprannomi che gli vengono attribuiti, di cui fanno parte integrante anche le scarpe, griffate ‘Pantofola d’Oro’, l’azienda dei Lazzarini che gliele cuce su misura.

[…] Le prestazioni di alto livello di Palanca non lasciano indifferente nemmeno Enzo Bearzot, che decide di convocarlo nell’Italia cosiddetta ‘sperimentale’, ovvero la Nazionale B. Il numero 11 del Catanzaro disputa così la sua prima e unica gara in maglia azzurra il 19 dicembre 1979: a Genova la Germania Ovest ‘B’ si impone 2-1.

Vai all’articolo originale

(GOAL.COM di Paolo Camedda)

 

 

Compila il form sottostante ed iscriviti alla newsletter de Gli Eroi del Calcio.

più letti

CONSENSO COOKIE

Copyright © 2019 | GliEroidelCalcio.com testata giornalistica registrata Tribunale di Roma - N° 90/2019 del 20-06-2019
Direttore Responsabile Federico Baranello | Editore Associazione Culturale Calcio, Cultura e Società | info@glieroidelcalcio.com
Sito aderente al Network Sport Review Srl | Privacy Policy | Cookie Policy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: